borsino rifiuti
 
17 / 08 / 2020

energia La storia delle batterie a litio





Le batterie agli ioni di litio negli ultimi 10 anni hanno visto un'evoluzione tecnologica rapida, a cui è conseguito anche una diminuzione dei costi di produzione. Dai laptop agli smartphone, dalle auto elettriche alle batterie di stoccaggio dell'energia rinnovabile: le batterie al litio fanno ormai parte della nostra quotidianità e alimentano i dispositivi che utilizziamo ogni giorno.


Secondo i dati raccolti da BloombergNEF, una delle più grandi organizzazioni specializzate nella ricerca e nella valutazione dei costi delle batterie, i costi sono rapidamente diminuiti in appena 10 anni. Nel 2010 una batteria agli ioni di litio dalla capacità di 1 kWH, abbastanza potente da garantire a un'auto elettrica di percorrere circa 5 chilometri, costava oltre 1000 dollari. Nel 2019, il prezzo della stessa batteria era sceso ad appena 156 dollari e oggi si può trovare in vendita anche a meno di 100 dollari. Un trend discendente che è il risultato di diversi fattori, tra cui l'incremento della domanda e l'evoluzione della rete elettrica.


Le batterie rappresentano un tassello importante non solo nella diffusione di smartphone sempre più performanti, auto elettriche come quelle di Tesla dalla costosa Roadster alla più economica Model 3, ma anche per la sostenibilità energetica, che passa dalla decarbonizzazione e abbandono delle risorse fossili allo sviluppo e maggior utilizzo di fonti di energia rinnovabili, come quella solare o eolica. Energie che, senza adeguate batterie di stoccaggio, non possono coprire il fabbisogno energetico costante di cui gli utenti hanno bisogno. A giocare un ruolo importante in questa repentina evoluzione, sia della tecnologia che dell'abbassamento dei costi nella storia delle batterie, è stata sicuramente Tesla, che oltre a produrre auto ha investito negli anni anche sulla ricerca e sviluppo di batterie sempre più efficienti ed economiche.



Potenti, piccole e inizialmente costose, le prime batterie al litio hanno rivoluzionato il mondo dell'elettronica, con smartphone e laptop sempre più potenti e performanti, seppur di dimensioni ridotte. La forza delle batterie al litio è proprio in queste caratteristiche: compatte, potenti e con una buona durata. Il processo di espansione delle batterie al litio nel mercato trova il suo boom nel 2010, quando secondo di dati di BloombergNEF il prezzo è iniziato a calare, ma l'intuizione sul loro potenziale è iniziato già prima nel 2003, soprattutto per quanto riguarda le auto elettriche di Tesla e la creazione di batterie per lo stoccaggio dell'energia.


A partire dal 2003, Tesla investì milioni di dollari nel settore di ricerca e sviluppo per arrivare alla produzione di batterie al litio sempre più potenti, contenendo però i costi. L'intuizione sul loro potenziale fu di JD Straunel, ingegnere elettrico poi diventato CTO di Tesla, che condivise le sue idee per un'auto ad alimentazione elettrica con Elon Musk, trovando il suo appoggio. Circa 10 anni dopo, Tesla e Panasonic costruirono la prima Gigafactory in Nevada, per abbattere i costi aprendo impianti di produzione in prossimità delle materie prime. L'avvio di questo progetto portò Tesla a diventare il più grande produttore, ma anche utilizzatore, di batterie al litio. 


La prima auto elettrica della società fu la Roadster, una vettura sportiva dal prezzo a sei zeri. Ma la continua evoluzione delle batterie appena 5 anni dopo portò alla produzione dei primi modelli più economici, come la Tesla Model S e poi la Model 3, venduta a meno di 40mila dollari, un prezzo di molto inferiore a quello del Roadster e decisamente accessibile a più potenziali acquirenti. Da smartphone e laptop, passando per le auto elettriche, il futuro di queste batterie è ora nella creazione di una rete elettrica sostenibile.









Condividi l'inserzione sui social

facebook     linkedIn     twitter    

I Prezzi Delle Materie Prime Seconde
Visualizza tutti i prezzi delle materie prime seconde
Valore dei rifiuti per il riciclo e lo smaltimento
Visualizza tutti i prezzi dei rifiuti a riciclo e smaltimento


Alcune dei nostri clienti

borsino rifiuti


BorsinoRifiuti è un marchio di Taebioenergy srl | via Magretti 22 - 20037 Paderno Dugnano (Mi) | P.IVA : 09179170965 | Tel 02 9102174 - e-mail: info@borsinorifiuti.com
Privacy - Credits - Cookies - © 2020 Borsino rifiuti