borsino rifiuti
 
02 / 02 / 2021

ambiente Smaltimento Pannelli Fotovoltaici secondo le indicazioni del GSE




La procedura di smaltimento dei pannelli fotovoltaici deve seguire un iter prestabilito per legge. Il GSE ha pubblicato sul proprio sito le FAQ aggiornate e le istruzioni operative per procedere al corretto smaltimento dei cosiddetti RAEE, cioè i pannelli che hanno completato il loro ciclo di vita. In questo articolo analizzeremo tempi, costi e modalità di ogni procedura, a seconda del tipo di impianto installato.




Lo smaltimento dei pannelli fotovoltaici è un’operazione che va fatta secondo determinate procedure, che devono essere messe in atto soltanto da soggetti qualificati.

Tale operazione, infatti, da un lato presenta aspetti molto delicati di tutela dell’ambiente, poiché volta ad evitare la dispersione di materiali potenzialmente inquinanti

Dall’altro lato, l’obiettivo principale del corretto smaltimento dei pannelli fotovoltaici è il recupero dei materiali riciclabili. Infatti, da ogni pannello è possibile recupera importanti quantità di vetro, plastica, rame, alluminio e polvere di silicio.

Proprio per consentire a tutti i possessori di un impianto fotovoltaico di conoscere le corrette procedure relative allo smaltimento, il GSE (Gestore dei Servizi Energetici) ha recentemente pubblicato sul proprio sito una serie di FAQ aggiornate, cioè di spiegazioni pratiche che rendono più comprensibili gli adempimenti da seguire.

Di seguito cercheremo di riassumerne il contenuto, per capire insieme a voi cosa bisogna fare per smaltire i pannelli solari.

Pannelli solari da smaltire: una distinzione fondamentale Prima di tutto, occorre fare attenzione alla fondamentale distinzione tra pannelli fotovoltaici domestici e pannelli fotovoltaici professionali, il cui smaltimento segue procedure diverse. Sono considerati moduli fotovoltaici domestici quei pannelli che fanno parte di un impianto con potenza nominale a 10 kW. Invece, sono moduli fotovoltaici professionali quei pannelli che fanno parte di un impianto con potenza nominale uguale o superiore a 10 kW. Ogni pannello, a qualsiasi categoria appartenga, una volta arrivato a fine ciclo di vita viene considerato un RAEE, cioè un Rifiuto di Apparecchiature Elettriche o Elettroniche. Per questo motivo, il relativo smaltimento deve seguire determinate procedure stabilite dalla legge e regolamentate dal GSE. Se sei possessore di un impianto realizzato dopo il 30 Giugno 2012, i pannelli che hai installato hanno già lo smaltimento compreso nel prezzo di acquisto e quindi non dovrai sostenere ulteriori costi.










Se il tuo impianto è stato realizzato prima, e quindi gode degli incentivi del Conto Energia, la questione è diversa.


Per fartela breve, è stata stabilita una procedura semplificata per gli impianti inferiori ai 3 kW, per i quali i possessori dei pannelli da smaltire dovranno semplicemente rivolgersi all’ecocentro e conferire gratuitamente i pannelli in questione.


Esistono poi procedure diverse nei casi di impianti di potenza 3-10 kW ed oltre i 10 kW.


Gli impianti da 3 a 10 kW sono comunque considerati impianti domestici ed è stato stabilito che lo smaltimento dei pannelli fotovoltaici può essere fatto gratuitamente portando i pannelli stessi in appositi centri di raccolta autorizzati. Il GSE trattiene una quota di 12 € a pannello dagli incentivi come garanzia. Questa quota verrà restituita quando il proprietario dell’impianto dimostrerà di aver correttamente smaltito i pannelli nei centri autorizzati. Per gli impianti oltre i 10 kW, considerati impianti professionali, lo smaltimento sarà fatto da operatori specializzati che ritireranno i pannelli presso l’impianto. La quota trattenuta dal GSE è di 10 € a pannello Ma che fine fanno i moduli smaltiti? I pannelli vengono inviati ad appositi impianti di trattamento che si occupano di separare le varie componenti. Lo smaltimento di un pannello è più semplice rispetto ad altri rifiuti di elettronica in quanto le componenti sono poche e poco inquinanti.Pensa che il 98% del materiale che compone un pannello fotovoltaico può essere recuperato e venduto sul mercato. Il riciclo quindi, oltre ad essere utile all’ambiente, diventa una occasione di business.Ad esempio, da un singolo pannello, possono essere ricavati in media 15 kg di vetro, 3 kg di plastica, 2 kg di alluminio e 1 kg di polvere di silicio oltre a 100 gr di prezioso rame. 











Condividi l'inserzione sui social

facebook     linkedIn     twitter    

I Prezzi Delle Materie Prime Seconde
Visualizza tutti i prezzi delle materie prime seconde
Valore dei rifiuti per il riciclo e lo smaltimento
Visualizza tutti i prezzi dei rifiuti a riciclo e smaltimento


Alcune dei nostri clienti

borsino rifiuti


BorsinoRifiuti è un marchio di Taebioenergy srl | via Magretti 22 - 20037 Paderno Dugnano (Mi) | P.IVA : 09179170965 | Tel 02 9102174 - e-mail: info@borsinorifiuti.com
Privacy - Credits - Cookies - © 2020 Borsino rifiuti