borsino rifiuti

CODICE ETICO

Un’inversione di tendenza diventa sempre più urgente ma manca un esempio educativo di riferimento, una presa di coscienza e responsabilità che indichi la giusta direzione da perseguire.
Un gruppo di 240 soci ha intravisto la via, si è quindi attivato per intraprenderla e passo dopo passo l’intuizione è diventata un’idea che lentamente ma inesorabilmente ha preso forma.
Ogni traguardo raggiunto è una conquista frutto della tenacia, risultato di acume, impegno, cautela e coraggio.
Non esisteva un modello cui fare riferimento e questo dettaglio particolare ha reso ancora più sfidante ma insidiosa l’impresa, mettendo altresì in evidenza le doti e la perseveranza dei valorosi esecutori.
Sono questi i presupposti che hanno danno vita a Borsino Rifiuti, architrave e garante dei quattro pilastri fondanti – Disciplina – Trasparenza- Economicità – Valore,
certificati dalla carta dei principi che governa l’ambiziosa missione :
UNA VITA SANA IN UN AMBIENTE COMPATIBILE ALLA NOSTRA SOPRAVVIVENZA.
Borsino Rifiuti regolamenta sul proprio portale l’accesso ai mercati del riuso e dello smaltimento assumendo il ruolo di Garante delle transazioni che avvengono nelle aree di compravendita sul territorio al miglior prezzo del momento.
Taebioenergy srl (Borsino Rifiuti) svolge attività industriale nel settore della gestione dei rifiuti e degli scarti industriali e in altre aree di business.
Borsino Rifiuti si occupa, in particolare:

Riuso di oggetti di privati e aziende
Sottoprodotti
Surplus di produzione, stock
Riciclo & Smaltimento tracciato
Gestione dei rifiuti tra operatori
Materie prime seconde o End of waste
Esg rivolto ad istituti di credito, assicurazioni, Big Company e associazioni
Sostegno circolare alle no profit
Mercato dei prodotti sostenibili
Risparmio Tari
Network con nostro marchio,di trasportatori abilitati alla microraccolta sul territorio
Destinazioni certificate e convenienti dei Rifiuti dei comuni
Indici dei prezzi dei rifiuti
Indici dei prezzi delle materie prime

Borsino Rifiuti  persegue un livello di prestazioni volto alla piena soddisfazione dei propri interlocutori, inquadrando tutte le iniziative in un’ottica di sviluppo sostenibile, per eccellere nel settore dei servizi per l’ambiente allineandosi alla dinamica di crescente competitività e complessità sia a livello nazionale che internazionale.

I valori su cui si fonda l’attività sono:

• Rispetto dei diritti fondamentali dell’uomo – porre in essere nei confronti di tutti gli stakeholders relazioni professionali improntate al rispetto della dignità umana e delle garanzie fondamentali riconosciute dalle leggi nazionali e sovranazionali a tutti gli uomini.

• Eccellenza nei risultati
– raggiungere i risultati e soddisfare i clienti con competenza, determinazione, riconoscendo i contributi eccellenti

• Responsabilità
– impegnarsi nel dare il proprio meglio, rispondendo delle proprie azioni • Spirito di squadra – raggiungere i traguardi attraverso la collaborazione, la condivisione e la valorizzazione della persona

• Innovazione
– affrontare il cambiamento e l’evoluzione con il contributo di idee, flessibilità ed apertura al nuovo

• Sostenibilità
– essere attenti all’impatto delle proprie scelte sull’ambiente e sulla comunità.

Borsino Rifiuti  osserva e promuove i principi universali delle quattro aree di interesse del Global Compact: Diritti Umani, Lavoro, Ambiente e Lotta alla corruzione.
Borsino Rifiuti fa, altresì, proprio il principio “comply or explain” previsto dal Codice di Autodisciplina delle società quotate italiane nonché dalla Raccomandazione 2014/208/UE della Commissione dell’Unione Europea “Sulla qualità dell’informativa sul governo societario (principio «rispetta o spiega»)” del 9 aprile 2014.
Nonostante l’adesione a tale principio sia raccomandata per le sole società quotate in relazione ai loro documenti di governance, Borsino Rifiuti ne estende la portata a livello generale, anche per le società non quotate. Pertanto, Borsino Rifiuti  opera attenendosi scrupolosamente ai principi contenuti nel proprio Codice di Autodisciplina in materia di governo societario ed in ambito ESG, impegnandosi a motivare le ragioni che hanno, eventualmente, determinato il discostamento dai citati principi.

Il presente codice etico (di seguito “Codice”), approvato dalla maggioranza della compagine societaria di Taebioenergy srl (Borsino Rifiuti)  ha l’obiettivo di definire i principi etici fondamentali, le regole comportamentali nonché le responsabilità, rispetta e assume come valore e imperativo vincolante a cui sono tenuti a conformarsi tutti i destinatari dello stesso. Il Codice, individua, quindi, i presupposti mirati a garantire che l’attività di impresa sia ispirata ai principi di correttezza, trasparenza, diligenza, onestà, reciproco rispetto, lealtà e buona fede, al fine di salvaguardare gli interessi degli stakeholders e assicurare un metodo di lavoro efficiente, affidabile, corretto, impostato al rispetto della normativa vigente e di principi etici ritenuti adeguati, necessari e imprescindibili per operare all’interno del mercato, con riguardo sia alle attività svolte nell’ambito del territorio italiano sia alle attività svolte in altri paesi e alle conseguenti relazioni con operatori, imprese ed istituzioni nazionali e internazionali. Sono tenuti in particolare considerazione il riconoscimento e la salvaguardia della dignità, della libertà e dell’uguaglianza degli esseri umani, la tutela del lavoro e della libertà sindacali, della salute, della sicurezza, dell’ambiente e della biodiversità nonché il sistema dei valori e principi in materia di efficienza energetica e sviluppo sostenibile, così come affermati dalle Istituzioni e dalle Convenzioni Internazionali. È ripudiata ogni sorta di discriminazione, di corruzione, di lavoro forzato o minorile.
A tal riguardo, nel quadro di riferimento della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani delle Nazioni Unite, delle Convenzioni fondamentali dell’ILO – International Labour Organization – e delle Linee Guida dell’OCSE per le Imprese Multi - nazionali.
Borsino Rifiuti  opera nel rispetto del principio in base al quale: la dignità umana è inviolabile e deve es - sere rispettata e tutelata (art. 1 Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea).Ne discende che Borsino Rifiuti si impegna a fornire a tutte le proprie risorse umane un ambiente di lavoro positivo e stimolante, garantendo a tutti i dipendenti il riconoscimento ed il rispetto della loro dignità, dei propri diritti, della propria diversità culturale e individuale cercando nel contempo di creare una forte cultura di gruppo.
Borsino Rifiuti agisce affinché tali principi raggiungano la massima diffusione anche oltre il proprio contesto aziendale.
A tal fine, si dedica a realizzare progetti volti a sostenere coloro che si trovano in situazioni di vulnerabilità economica e sociale. Il Codice presuppone il rispetto delle disposizioni normative vigenti nonché il rispetto dei codici ad adesione volontaria a cui Borsino Rifiuti abbia aderito nonché la precisa osservanza dei regolamenti e delle procedure aziendali. In particolare, Borsino Rifiuti è determinato a svolgere la propria attività nel pieno rispetto delle leggi italiane e di quelle dei paesi in cui può operare anche in collaborazione o associazione con altre imprese; in particolare si impegna a uniformare la propria attività alle prescrizioni del Decreto Legislativo 8 giugno 2001 n. 231 (in seguito il “Decreto”) e successive modifiche e integrazioni. Pertanto, il Codice, da considerare parte integrante del Modello di organizzazione, gestione e controllo adottato da Borsino Rifiuti, costituisce la base del sistema di controllo preventivo ai fini del Decreto.

L’insieme dei principi etici, dei valori e delle regole comportamentali enunciati nel presente Codice devono ispirare l’attività di tutti coloro che operano, dall’interno o dall’esterno, nella sfera di azione di Borsino Rifiuti (di seguito i “Destinatari”). In particolare, a titolo esemplificativo:
• i componenti dell’organo di amministrazione si ispirano ai principi del Codice nel fissare gli obiettivi di impresa;
• i membri dell’organo di controllo assicurano il rispetto e l’osservanza dei contenuti del Codice nell’esercizio delle proprie funzioni;
• i dirigenti danno concretezza ai valori e ai principi contenuti nel Codice, facendosi carico delle responsabilità verso l’interno e verso l’esterno;
• i dipendenti, nel rispetto della normativa vigente, adeguano le proprie azioni e i propri comportamenti ai principi, agli obiettivi e agli impegni previsti dal Codice;
• i collaboratori su base continuativa (consulenti, agenti, ecc.), fornitori e i partner commerciali uniformano la propria condotta ai principi ispiratori del Codice. Il Codice si applica anche alle attività svolte, pur considerando le differenze esistenti sotto l’aspetto normativo, sociale, economico e culturale.
Il Gruppo si impegna a garantire una puntuale diffusione interna ed esterna del Codice mediante:
• distribuzione a tutti i componenti degli organi sociali e a tutti i dipendenti • affissione in luogo accessibile a tutti e pubblicazione sulla intranet aziendale
• messa a disposizione di consulenti, fornitori e partner commerciali sul sito internet.

Obblighi dei Destinatari
Tutte le azioni, le operazioni, le negoziazioni e, in genere, i comportamenti posti in essere dai Destinatari nello svolgimento dell’attività lavorativa, devono essere improntati ai principi di onestà, correttezza, integrità, trasparenza, legittimità, chiarezza e reciproco rispetto nonché essere aperti alle verifiche e ai controlli secondo le norme vigenti e le procedure interne. Tutte le attività devono essere svolte con impegno e rigore professionale. Ciascun Destinatario deve fornire apporti professionali adeguati alle responsabilità assegnate e deve agire in modo da tutelare il prestigio di Borsino Rifiuti. È richiesto a tutti i Destinatari di osservare e, per quanto di propria competenza, di far osservare i principi contenuti nel Codice: in nessuna circostanza, la pretesa di agire nell’interesse della Società e giustifica l’adozione di comportamenti in contrasto con quelli qui enunciati e, in genere, con leggi, regolamenti e discipline.

Conflitto di interessi
Deve essere evitata qualunque situazione di conflitto di interesse, tra attività economiche personali o familiari e mansioni aziendali ricoperte od organo di appartenenza. A titolo esemplificativo, e non esaustivo, possono determinare conflitto di interesse le seguenti situazioni:
• avere interessi economici e finanziari, anche attraverso propri familiari, con fornitori o concorrenti;
• accettare denaro, regali (se non nei limiti delle normali relazioni di cortesia e purché di modico valore), favori o altro beneficio di qualsiasi natura da persone, aziende o enti che sono o intendono entrare in rapporti d’affari con le Società;
• strumentalizzare la propria posizione funzionale per la realizzazione di interessi personali, siano o meno contrastanti con quelli di Borsino Rifiuti
• concludere, perfezionare o avviare proprie trattative e/o contratti - in nome e/o per conto di Borsino Rifiuti - che abbiano come controparte propri familiari o soci, ovvero persone giuridiche di cui il Destinatario sia titolare o cui il Destinatario sia comunque interessato; • avvantaggiarsi personalmente di informazioni c.d. “price sensitive” e di opportunità di affari di cui si è venuti a conoscenza nel corso dello svolgimento delle proprie funzioni all’interno di Borsino Rifiuti.
In ogni caso è necessario:
• evitare tutte le situazioni e tutte le attività in cui si può manifestare un conflitto con gli interessi di Borsino Rifiuti o che possano interferire con la capacità di assumere, in modo imparziale decisioni, nel migliore interesse dell’impresa e nel pieno rispetto dei principi e dei contenuti del Codice • in senso generale, adempiere esattamente alle funzioni e responsabilità ricoperte. La Società ha adottato strumenti normativi interni che assicurano la trasparenza e la correttezza, sostanziale e procedurale, delle operazioni con parti correlate. Tutela del patrimonio aziendale Ogni Destinatario è tenuto a salvaguardare il patrimonio aziendale, custodendo i beni mobili e immobili, le risorse tecnologiche e i supporti informatici, le attrezzature, i prodotti aziendali, le informazioni e/o il know-how di Borsino Rifiuti. In particolare, ogni destinatario deve:
• usare i beni aziendali secondo le policy aziendali, osservando scrupolosamente tutti i programmi di sicurezza per prevenirne l’uso non autorizzato o il furto;
• evitare utilizzi impropri dei beni aziendali che possano essere causa di danno o di riduzione di efficienza o, comunque, in contrasto con l’interesse di Borsino Rifiuti;
• mantenere il segreto sulle informazioni riservate riguardanti Borsino Rifiuti, evitando di rivelarle a terzi soggetti;
• rispettare scrupolosamente quanto previsto dalle policy di sicurezza aziendali, al fine di non compromettere la funzionalità e la protezione dei sistemi informatici;
• non inviare messaggi di posta elettronica minatori e ingiuriosi, non ricorrere a linguaggio non educato o non professionale, non esprimere commenti inappropriati che possano recare offesa alla persona e/o danno all’immagine aziendale; • custodire e non rivelare a terzi non autorizzati la propria password personale e il proprio codice di accesso alle banche dati aziendali;
• non riprodurre per uso personale i software aziendali né utilizzare per fini privati gli strumenti in dotazione. Ogni Destinatario è responsabile della protezione delle risorse a lui affidate e ha il dovere di informare tempestivamente i propri diretti responsabili di eventi potenzialmente dannosi. Tutela dell’immagine La buona reputazione e/o l’immagine di Borsino Rifiuti rappresenta una risorsa immateriale essenziale. I Destinatari si impegnano ad agire in conformità ai principi dettati dal presente Codice nei rapporti tra colleghi, clienti e terzi in generale, mantenendo un contegno decoroso conforme agli standard comuni alle aziende delle dimensioni di Borsino Rifiuti.

Regole di condotta con la Pubblica Amministrazione
I rapporti con la Pubblica Amministrazione sono improntati alla massima trasparenza e correttezza. In particolare sono intrattenute necessarie relazioni, nel rispetto dei ruoli e delle funzioni attribuite in base alla legge, nonché in spirito di massima collaborazione con le Amministrazioni dello Stato. Le relazioni con funzionari delle istituzioni pubbliche sono limitate alle strutture organizzative preposte e espressamente delegate nel rispetto della più rigorosa osservanza delle disposizioni di legge e regolamentari e non possono in alcun modo compromettere l’integrità e la reputazione di Borsino Rifiuti. A tal fine è fatto divieto di offrire, direttamente o attraverso intermediari, somme di denaro o altra utilità a pubblici ufficiali o incaricati di pubblico servizio, al fine di influenzare la loro attività nell’espletamento dei propri doveri. Tali prescrizioni non possono essere eluse ricorrendo a forme diverse di contribuzioni o ad altri mezzi di pagamento che, sotto veste di sponsorizzazioni, incarichi e consulenze, pubblicità ecc., abbiano le stesse finalità sopra vietate. Atti di cortesia, come omaggi e forme di ospitalità, verso rappresentanti della Pubblica Amministrazione o pubblici ufficiali, sono consentiti purché di modico valore e tali da poter essere considerati usuali e comunque da non compromettere l’integrità e la reputazione e da non influenzare l’autonomia di giudizio del Destinatario. In ogni caso tali spese devono sempre essere autorizzate secondo specifiche procedure aziendali e documentate in modo adeguato. Allo stesso modo i dirigenti, i dipendenti e i collaboratori non possono ricevere omaggi o trattamenti di favore, se non nei limiti delle normali relazioni di cortesia e purché di modico valore. Tale norma, relativa sia ai regali promessi o offerti, sia a quelli ricevuti, si applica anche in quei Paesi dove offrire doni di elevato valore è una consuetudine

Regole di condotta con soggetti privati
Borsino Rifiuti  proibisce ogni forma di corruzione senza alcuna eccezione. Nel dettaglio, è vietato:
• offrire, promettere, dare, pagare, sollecitare, autorizzare qualcuno a dare o pagare, direttamente o indirettamente, anche per interposta persona, un vantaggio economico o altra utilità ad amministratori, direttori generali, dirigenti preposti alla redazione dei documenti contabili societari, sindaci e liquidatori, nonché a qualsivoglia soggetto con funzioni direttive, sia di società o enti privati terzi, sia propri della Società;
• accettare la richiesta da, o sollecitazioni da, o autorizzare / sollecitare qualcuno ad accettare, direttamente o indirettamente, anche per interposta persona, un vantaggio economico o altra utilità da una qualsivoglia controparte, quando l’intenzione sia di indurre la controparte a compiere o omettere un atto in violazione degli obblighi inerenti al proprio ufficio o degli obblighi di fedeltà, anche qualora l’offerta, la promessa o la sollecitazione non sia accettata.

Attuazione e controllo del Codice
Il controllo circa il rispetto del Codice è affidato agli amministratori di Borsino Rifiuti
nella interpretazione e attuazione del Codice, quale strumento di riferimento costante del corretto comportamento da tenere durante lo svolgimento della propria attività
• esaminare le notizie di possibili violazioni del Codice, promuovendo le verifiche più opportune
• segnalare agli organi aziendali competenti le eventuali violazioni del Codice, suggerendo la sanzione da irrogare e verificando l’effettiva applicazione delle misure eventualmente irrogate
• coordinare la revisione periodica del Codice, anche attraverso proprie proposte di adeguamento e/o aggiornamento
• promuovere la conoscenza del Codice Etico anche mediante programmi di comunicazione e formazione specifica del management e dei dipendenti.

Tutti gli Stakeholders possono segnalare, per iscritto anche in forma anonima attraverso appositi canali di informazione riservati, ogni violazione o sospetto di violazione del Codice agli amministratori che provvederanno ad un’analisi della segnalazione, ascoltando eventualmente l’autore e il responsabile della presunta violazione.

Ricevuta la segnalazione e svolti gli opportuni accertamenti, gli amministratori a fronte di specifica attività istruttoria comunica la propria valutazione alle strutture organizzative competenti anche in base al Sistema Disciplinare. In ogni caso, le fasi di contestazione della violazione, nonché quelle di determinazione ed effettiva applicazione delle sanzioni, sono svolte nel rispetto delle norme di legge e di regolamento vigenti, nonché delle previsioni della contrattazione collettiva e dei codici disciplinari aziendali, laddove applicabili. L’osservanza del Codice deve considerarsi parte essenziale delle obbligazioni contrattuali dei dipendenti della Società, ai sensi e per gli effetti delle disposizioni di cui all’art. 2104 e seguenti del codice civile. La violazione delle norme del presente Codice lede il rapporto di fiducia instaurato tra il dipendente e la Società di appartenenza e può portare - nel rispetto delle procedure di cui all’art. 7 della legge 300/1970 (Statuto dei lavoratori) nonché dei contratti collettivi di lavoro - ad azioni disciplinari e risarcitorie. In caso di violazioni delle disposizioni e delle regole di comportamento da parte di membri dell’organo di amministrazione che potrà assumere gli opportuni provvedimenti al fine di adottare le misure più idonee previste dalla legge. Con riferimento ai Destinatari diversi dai dipendenti (fornitori, consulenti e chiunque abbia instaurato un rapporto di collaborazione), la Società dovrà prevedere, nei relativi contratti, il diritto alla risoluzione del rapporto contrattuale in caso di comportamenti e azioni tenuti in violazione dei principi contenuti nel Codice.


Alcune dei nostri clienti

borsino rifiuti


BorsinoRifiuti è un marchio di Taebioenergy srl | via Magretti 22 - 20037 Paderno Dugnano (Mi) | P.IVA : 09179170965 | Tel 02 9102174 - e-mail: info@borsinorifiuti.com
Privacy - Credits - Cookies - © 2020 Borsino rifiuti